Fellini: siamo a 100! Buon compleanno Maestro.

Rimini – Tra sogno e realtà, tanti i grandi artisti che omaggeranno il Maestro Federico Fellini nel centenario dalla nascita: Ezio Bosso, Daniel Pennac, Vince Tempera, Kai Leclerc, Elisa Barucchieri, Marco Bellocchio, Marco Tullio Giordana, Francesca Fabbri Fellini, Gianluca Farinelli, Paolo Fabbri, RosiCopioli, Vittorio D’Augusta, Marco Bertozzi, Eugenio Cappuccio, Roy Menarini, Corrado Assenza, Luigi Taglienti, Giuseppe Iannotti, Roberto Rinaldini, Luigi Sartini, Riccardo Agostini, Gianpaolo Raschi, Lta orenzo Cagnoli, SilvioDi Donna, Roberto Chiesi, Jonathan Giustini, Gianfranco Miro Gori…

Nella foto della conferenza stampa il Sindaco Andrea Gnassi, l’assessore alla cultura Giampiero Piscaglia e l’artista Vittorio D’Augusta

Era il 20 gennaio del 1920, quando Federico nasce in Via Dardanelli, a Rimini. Sono le 21.30. Un Capricorno ascendente Vergine. E, pur essendosene andato giovane – come ha raccontato ne I Vitelloni – Federico Fellini, con la sua città natale, ha sempre avuto un rapporto molto stretto, tanto da omaggiarla con un capolavoro assoluto come Amarcord.

E Rimini, per l’occasione, diventa per un intero anno il centro delle maggiori attività per ricordare questo genio. Un compleanno unico, nei luoghi che videro Fellini nascere e crescere. Una occasione per testimoniare l’amore della ‘sua’ città nei confronti di un genio immortale, che rende onore e lustro all’intero Paese nel mondo.

Ed ecco quindi che Rimini si sta preparando, si è preparato, a festeggiare il compleanno di Federico Fellini con la manifestazione “Fellini 100. Un compleanno lungo un anno“. Un programma ricco di appuntamenti ed eventi che si svilupperà per tutto il 2020.

Ad aprire in anteprima i festeggiamenti, il 14 dicembre scorso, è stata l’inaugurazione della mostra ‘Fellini 100’ a Castel Sismondo. Il cartellone delle celebrazioni per il Centenario del regista riminese, prevede poi numerosi appuntamenti che si svolgeranno nei giorni che precedono e seguono il 20 gennaio 2020. Tra questi, spiccano due grandi concerti, uno di Ezio Bosso e l’altro di Vince Tempera, due musicisti di primo piano a livello internazionale. Ci saranno poi una lettura teatrale, a firma del grande scrittore Daniel Pennac; una conversazione sul cinema di Fellini al quale parteciperanno i registi Marco Bellocchio e Marco Tullio Giordana insieme a Gianluca Farinelli della Cineteca di Bologna e moderato da Francesca Fabbri Fellini. Lo spettacolo del clown/funambolo Kai Leclerc insieme alla danzatrice aerea Elisa Barucchieri e il taglio della monumentale Torta dei sogni firmata dal maestro pasticcere Rinaldini, proprio il giorno del compleanno, il 20 gennaio, in Piazza Cavour. E ancora, una mostra nella mostra con un allestimento di foto inedite sul set del film La strada. Durante tutto il periodo dei festeggiamenti del centenario di Fellini, un’opera di Vittorio D’Augusta omaggerà il Maestro all’interno del Teatro Galli.

Sfondo d’eccezione di questi lunghi festeggiamenti, una intera città vestita a festa che risplende di luci che omaggiano Fellini in forma di parole illuminate e immagini tratte dai suoi film. Frasi tratte dalle sceneggiature dei suoi film che accompagnano i visitatori in un cammino tra Piazza Cavour, Teatro Galli, Castel Sismondo, Corso d’Augusto, Cinema Fulgor: i vari luoghi che ospitano il programma delle celebrazioni.

A tutto questo, si aggiungono quasi 40 presidi della cultura italiana nel mondo, tra Ambasciate, Istituti e Consolati. Anche loro festeggeranno, il 20 gennaio, il centenario della nascita di Federico Fellini. Il Comune di Rimini infatti, grazie alla condivisione di Francesca Fabbri Fellini, ha messo a disposizione di tutte le Ambasciate, i Consolati e gli Istituti Italiani di Cultura nel mondo, alcuni disegni tratti dal Libro dei Sogni, l’album dove il regista riminese ha trascritto, illustrato e rielaborato per oltre trent’anni la sua fertilissima attività onirica (rifacendosi alla psicoanalisi junghiana). Questi sono stati selezionati assieme al semiologo Paolo Fabbri, in quanto ritenuti significativi di alcune tematiche fondamentali della poetica felliniana. Unica richiesta: realizzare in modo autonomo e secondo i propri interessi e vocazioni, un evento da promuovere sotto il titolo “Buon compleanno Maestro! I sogni di Federico Fellini”.

La risposta è stata entusiastica, a dimostrazione del fatto che l’eredità del cinema di Fellini è ancora dinamica e viva al di la dei confini, dei linguaggi e delle culture. Hanno infatti aderito le Ambasciate d’Italia a Dhaka, Madrid, Singapore, Oman, Managua, Bogotà, Camberra, Nuova Zelanda, San Marino, Nicosia. E poi ancora i consolati d’Italia a Detroit, Fiume, Rosario, Ginevra, Valona. Si aggiungono gli istituti italiani di cultura di Jakarta, Guatemala, Copenaghen, Tirana, Los Angeles, Lisbona, San Francisco, Helsinki, Tunisi, Haifa, Hong Kong, Cairo, Montevideo, Bratislava, Miami, Belgrado, Lione, Oslo, Varsavia.

Per le informazioni sull’ampio programma, vi rimando al sito ufficiale 😀

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *