Avete mai incontrato uno gnomo?

Bagno di Romagna (FC) – Ma voi avete mai incontrato uno gnomo? Lo sapete vero che esistono dei luoghi, in giro per l’Italia, in cui è possibile incontrarne qualcuno?! Qui a Bagno di Romagna, ad esempio, hanno creato una piccola comunità nascosta tra i boschi.

Superato un ponticello in pietra, appena passati i giardini pubblici, in Via Lungosavio, parte il sentiero che si arrampica verso destra e ben presto diventa un percorso ad anello di circa 2 Km, inoltrandosi nel folto della vegetazione, tra tanto verde e massi, costeggiando il torrente Armina.

E’ proprio qui che si possono trovare, più o meno nascosti tra il fogliame, le case degli gnomi e gli animali del bosco. Lungo il sentiero si trovano anche cartelli con filastrocche, storielle e indicazioni sulla flora e fauna locale. Ma è proprio sulla cima che il bosco si apre per fare posto a un vero e proprio villaggio con la scuola, il castello del Gran Consiglio, la biblioteca, l’ufficio postale, il Pozzo dei Desideri costruito dal vecchissimo Knoc e si può anche sostare su sedili di legno e piccole panchine prima di ridiscendere. Non camminate di fretta, guardate in altro, oppure abbassatevi e date una occhiata dentro alle casine… Dalle finestre e dai lucernai è possibile vederne l’interno, tutte arredate in legno e con amore dalle gnome 😀

Alcune strutture degli gnomi che ho incontrato lungo il percorso

Vi voglio però svelare come riconoscerli, gli gnomi, altrimenti come potete cercarli? Dunque, Gnomo è alto circa 15cm, ha la barba bianca e indossa sempre un berretto rosso a punta, una casacca blu, pantaloni verdi, cintura e stivali in feltro. Gnoma invece è una donnina tenera e graziosa che indossa un berretto a punta, una blusa, una gonna lunga fino alle caviglie e comode pantofole.

Ora giusto qualche info veloce sul percorso. Si parte, come detto, dal centro storico di Bagno di Romagna, proprio dai giardini pubblici e il percorso è ad anello (circa 2 Km). E’ di facile percorrenza, per una durata di circa 45 minuti (con le dovute pause), purtroppo però non è percorribile con carrozzine o passeggini.

L’ingresso è gratuito ed è aperto tutto l’anno a qualsiasi ora, ma in inverno l’accessibilità potrebbe risultare compromessa a causa delle condizioni meteorologiche che ne ostacolano la regolare manutenzione. E’ quello che è successo a noi, che non abbiamo potuto percorrerlo tutto perché alcuni tratti erano così impantanati, per le forti piogge dei giorni precedenti, da impedirci di proseguire 🙁

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *