Una Lonely Planet tutta sull’Emilia Romagna

Emilia-Romagna – Dalle città d’arte ai castelli. Dall’Appennino alla Riviera. Dall’enogastronomia alla Motor Valley. “La varietà dell’Emilia Romagna è la sua ricchezza, l’accoglienza che riscalda il cuore è la sua anima”. E’ proprio questo che si trova scritto nell’incipit della Lonely Planet, la guida di viaggio più famosa al mondo, che in Italia detiene il 50% del mercato, e che ha realizzato la sua prima guida completa dedicata esclusivamente all’Emilia-Romagna.

Presentazione della Lonely Planet

Cinque autori hanno percorso la regione in lungo e in largo per raccontare, in 450 pagine, ciò che la regione ha da offrire, evidenziandone i 16 elementi top che rendono l’Emilia-Romagna una meta imperdibile. Si parte proprio dalla città di Bologna con i suoi porticati infiniti e la vibrante atmosfera del centro storico tra musei e locali, senza tralasciare il suo Appennino, dove il tempo sembra essersi fermato. Segue poi Modena, terra di brand motoristici e sapori amati in tutto il mondo. Le colline reggiane con le testimonianze di Matilde di Canossa e gioielli rinascimentali a pochi passi dal Po come Brescello, Guastalla e Gualtieri. E poi ancora Parma, nobile e gaudente a tavola, imminente Capitale Italiana della Cultura. Initeressante, secondo gli autori della Lonely Planet, il viaggio a ritroso nel tempo dei castelli del Ducato di Parma e Piacenza. E poi Ferrara, con il suo aristocratico retaggio estense, le atmosfere rarefatte di Comacchio e delle sue Valli, per arrivare a Ravenna con i suoi mosaici Unesco, le spiagge e le pinete infinite. Ci trasferiamo poi in quel di Faenza con la tradizione delle botteghe di ceramica e i monumenti del centro storico, Cesena con gioielli quali la Biblioteca Malatestiana e la maestosa Rocca dell’Albornoz. Ma anche la full immersion nella natura silente del Parco delle Foreste Casentinesi sembra aver lasciato una notevole traccia (e come dar loro torto!). Passiamo quindi a San Leo e i romantici paesaggi del Montefeltro, a Rimini con un centro storico di inaspettata bellezza, “capitale” indiscussa della Riviera Romagnola, e infine Santarcangelo di Romagna, con i suoi romantici vicoli e le atmosfere slow.

“Nel 2018 gli esperti internazionali di viaggio di Lonely Planet ci hanno spontaneamente inserito nelle destinazioni Best in Europe – ha dichiarato il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. – Da tre anni, inoltre, l’UlisseFest, l’unico festival di Lonely Planet al mondo, ha scelto proprio Rimini come suo palcoscenico. Oggi, in un’ideale prosecuzione di questo cammino virtuoso, la Bibbia dei viaggiatori racconta le più belle e coinvolgenti esperienze che si possono fare in Emilia-Romagna. E’ un’altra importante occasione di visibilità e promozione per i nostri territori e le loro tante eccellenze, dalle Città d’Arte alla Riviera, dall’Appennino ai castelli, dai motori al food, dalla moda al wellness, insomma un intero territorio da scoprire palmo a palmo in ogni sua preziosa caratteristica. L’Emilia-Romagna – prosegue Bonaccini – è una terra autentica e sincera, proprio come lo sono i consigli di viaggio sui quali Lonely Planet ha costruito dagli anni ’70 la sua credibilità e fama. E, ne siamo sicuri, la guida sarà un’ottima compagna di viaggio per tutti”

Cosa troverete nella guida? Sicuramente numerosi itinerari di viaggio, diversi per lunghezza e durata: dai 21 giorni lungo la Via Emilia alla settimana nell’entroterra romagnolo, tra cascate citate da Dante , le sorgenti del Tevere e il fascino della Valmarecchia. Nella sezione Scoprire l’Emilia Romagna, tanti consigli per esplorare una regione piena di sorprese: dalle rocche, alle testimonianze architettoniche del passato per finire con i lavori di archistar del calibro di Alvar Aalto e Santiago Calatrava. Menzione a sé per la Motor Valley con i suoi musei aziendali e collezioni private e per la Via Francigena e il Delta del Po. Una parte corposa, è dedicata poi all’enogastronomia, dallo street food, ai Musei del cibo, alle sagre.

La guida Lonely Planet sull’Emilia Romagna la potete trovare in libreria a partire dal 5 dicembre!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *