Novità Guida Michelin 2020. Chi entra. Chi rimane. Chi perde.

“Per la sua varietà, che armonizza tradizioni regionali e creatività, per la ricchezza dei suoi prodotti e l’eccellenza dei suoi chef, l’Italia brilla al centro del panorama gastronomico globale. 33 nuovi ristoranti stellati si affacciano sulla scena culinaria offrendo la propria, personale testimonianza delle infinite varianti della cucina del Bel Paese. Su tutti, brilla il nuovo ristorante tre stelle Enrico Bartolini al MUDEC, in cui la personalità dello chef spicca per ricerca e sperimentazione, armonizzandosi perfettamente con la dinamicità di Milano e regalando un tocco da artista al ricco patrimonio gastronomico italiano”. Queste le parole di Gwendal Poullennec, Direttore Internazionale Guide Michelin, alla presentazione avvenuta il 6 novembre scorso presso il Teatro Municipale di Piacenza.

Tra le undici 3 stelle che “valgono il viaggio”, nella Guida Michelin Italia 2020 si inserisce tra i più prestigiosi ristoranti Enrico Bartolini al MUDEC.

Due le novità tra i 35 ristoranti che invece “meritano una deviazione”, e quindi le 2 Michelin. La Madernassa, a Guarene in provincia di Cuneo, con il giovane chef Michelangelo Mammoliti classe 1985 e GLAM di Enrico Bartolini a Venezia con lo chef Donato Ascani, classe 1987.

I ristoranti ad una stella dalla “cucina di grande qualità, che merita la tappa” sono 328 dei quali 30 new entry.

Ma c’è anche chi la stella l’ha persa! Secondo il giudizio degli ispettori della guida n.65, per dono la stella i due buoi a Alessandria, San Marco a Canelli (At), Pomiroeu a Seregno (Mi), La Locanda del notaio a Pellio Intelvi, Locanda Stella D’oro a Soragna (Pr), Poggio Rosso a Castelnuovo Berardenga (Si), Winter garden by Caino a Firenze, Relais blu a Massa Lubrense, Mosaico a Ischia, Vairo del volturno a Vairano Patenora (Ce), Caffè Les paillotes a Pescara, Terra a Sarentino (Bz).

Infine anche quest’anno c’è stato qualcuno che è retrocesso tra cui “Vissani” (Baschi, TR), il ristorante dello chef Gianfranco Vissani, storico volto televisivo, che ha fatto sentire il proprio dissenso… Perdono inoltre una delle due stelle Michelin anche “Al Sorriso” (Soriso, No), “Locanda Don Serafino” (Ragusa) e Locanda Margon (Ravina, TN).

Ad oggi quindi è questo il panorama stellato della Guida Michelin 2020: 328 ristoranti ad 1 stella (30 novità), 35 ristoranti con 2 stelle (2 novità) e 11 ristoranti a 3 stelle (1 novità), per un totale di 374 ristoranti stellati.

Per maggiori info, vi rimando al sito ufficiale della Guida Michelin 😉

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *