Avete mai provato il gelato al gusto del mare?

Cesena (FC) – Avete letto bene. Esiste da qualche giorno un gelato al gusto di mare. E’ l’ultima creazione di Roberto Leoni, storico gelatiere cesenate e titolare delle Gelaterie Leoni di Cesena. “Utilizzare l’acqua del mare per realizzare un gelato, è stata probabilmente la sfida più importante di tutti i miei vent’anni di carriera nel mondo del gelato!” E’ quello che ha dichiarato Roberto Leoni durante la conferenza stampa che si è tenuta il 1° agosto 2019 presso il Museo della Marineria di Cesenatico.

Si chiama ‘A-mare’ – prosegue Leoni – dove la ‘A’ sta per Adriatico. La naturale salinità dell’acqua del mare e i suoi aromi, sono stati arricchiti da un decotto di erbe completamente romagnole, le stesse erbe che troviamo poi lungo i fiumi che sfociano nell’acqua del mare come la cicoria selvatica, il dente di leone, l’ortica e i fiori di malva che ne intensificano il sapore. A tutto questo si aggiunge il crumble preparato con farina di mais Ottofile, coltivato fino al dopoguerra in Romagna e poi abbandonato per la scarsa redditività ma recuperato dall’Istituto Agrario Statale di Cesena, la cui sensazione ricorda, nel colore e nella consistenza, la sabbia della spiaggia”.

Roberto Leoni con la sua creazione

Roberto Leoni con la sua creazione

Un gelato salato dunque che, a detta del mastro gelatiere può essere abbinato a gusti marcati come il cioccolato fondente o il pistacchio, ma può essere anche un dessert di fine pasto o addirittura accompagnare piatti di pesce. Ed in effetti “al momento – ha concluso Roberto Leoni – il gelato all’acqua di mare viene offerto solo abbinato al cibo oppure come fine pasto in alcuni ristoranti, ma non è escluso che potrà essere trovato presto anche presso le gelaterie Leoni, servito in coni o in coppette, da sempre ecologiche per combattere l’uso smodato della plastica, abbinato ai vari gusti chiesti dal cliente”.

Che dire? L’uso dell’acqua di mare, opportunamente filtrata e controllata, non possiamo dire che sia estranea alla cucina. Quello che invece è completamente nuovo è proprio questo suo recente utilizzo per creare, per la prima volta in assoluto, un gelato ottimo e di grande qualità. L’acqua è stata prelevata al largo della costa di Cesenatico e utilizzata dopo un laborioso percorso scientifico, in collaborazione con Legambiente, Struttura Daphne di Arpae Emilia Romagna e Centro di Ricerche Marine di Cesenatico.

“Inizialmente ho pensato di trovarmi di fronte ad un pazzo – ha esclamato Matteo Gozzoli, sindaco di Cesena – ma alla fine mi sono ricreduto e mi sono reso conto di quanta passione c’è dietro a questo progetto”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *