Un giretto in bici lungo la “Mantova-Peschiera”

Mantova-PeschieraSiamo partiti dalla Lombardia per arrivare in Veneto. Il tutto in bicicletta. Ma attenzione, una premessa è doverosa. Non sono una ciclista professionista, ma la classica “ciclista della domenica”, come si suol dire. Insomma… Vado a ritmo di passeggiata.

Siamo a giugno. Mese del mio compleanno e mi sono voluta fare un regalo, accontentando anche il mio compagno che invece adora la bicicletta. Mi sono detta che era da troppo tempo che stavo rimandando questo percorso che volevo fare. Ed eccoci qua, dunque, sulla “Mantova-Peschiera”, un percorso che si svolge interamente su pista ciclabile, prevalentemente pianeggiante e senza presenza di auto, se non per pochi attraversamenti ben segnalati.

Il nostro punto di partenza è Mantova, in Lombardia e dobbiamo raggiungere Peschiera del Garda, che si trova in Veneto. L’itinerario, dove a fare da padrone è il corso del fiume Mincio, è lungo circa 44 chilometri. Il giorno dopo li dovremo percorrere a ritroso per ritornare al nostro furgone.

I primi chilometri sono all’interno della cittadina di Mantova. Partiamo dai pressi della stazione (Piazzale di Porta Mulina) e, passando per una passerella sull’acqua, costeggiamo la scarpata della ferrovia, proprio sulla riva del Lago Superiore, fino ad arrivare alla darsena dei Canottieri. Da li seguiamo i cartelli che ci portano facilmente all’inizio della pista ciclabile vera e propria.

Premetto che questo percorso, oltre alle bellezze naturalistiche, visto che attraversa il Parco Naturale Regionale del Mincio, offre anche la possibilità di visitare piccoli borghi pieni di palazzi ducali, fortificazioni, mulini… Ed in effetti sono diverse le località che incrociamo lungo il nostro percorso…

Il primo che si incontra ad appena una decina di chilometri dalla partenza, è Bosco della Fontana, una Riserva Naturale Orientata in gestione al Corpo Forestale. Volendo qui è possibile lasciare le biciclette e addentrarsi per una passeggiata al fresco. Si susseguono poi le località di Marmirolo, Goito e Massimbona. In quest’ultimo borgo, consiglio una visita all’antica pieve romanica e all’annesso mulino medievale, tra l’altro ancora funzionante. Il percorso prosegue poi verso Pozzolo per giungere allo storico e meraviglioso borgo di Borghetto (che è dove dormiremo, ma vi racconterò meglio in un prossimo post). A seguire Monzambano, dove abbiamo per un attimo lasciato la ciclabile per addentrarci nelle verdi colline del percorso Morenico, per poi riprendere, dopo qualche chilometro la nostra ciclabile fino ad arrivare finalmente a Peschiera del Garda, in prossimità della fortezza.

Breve sosta al fresco sul lungo lago in compagnia di una dissetante e fresca bevanda e… Pronti per risalire in sella. Ritorniamo verso Borghetto dove, come vi ho anticipato, abbiamo soggiornato. Ma questo è un altro racconto 😉

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *