A Lidia Bastianich il Premio Artusi 2019

Forlimpopoli (Fc)Lidia Bastianich, che per molti, fino a poco tempo fa, era solo “la mamma di Joe Bastianich”, è stata insignita del Premio Artusi (edizione 2019), il riconoscimento attribuito dal Comune di Forlimpopoli, patria natale di Pellegrino Artusi, a coloro che si distinguono per l’originale contributo sul cibo.

Lidia Bastianich

Italo-americana, ristoratrice di successo negli States, ora anche celebre volto televisivo anche da noi in Italia, è autrice di numerosi best seller e grande appassionata di cucina italiana. A scegliere il suo nome è stato il Comitato scientifico di Casa Artusi. La motivazione? “Quale cuoca, scrittrice e imprenditrice, per la straordinaria vita personale e professionale che costituisce un caso esemplare di italiana di successo nel mondo”.

Il Premio Artusi, che le sarà consegnato lunedì 2 dicembre a Casa Artusi, è uno dei riconoscimenti più importanti nel panorama della cultura enogastronomica. Negli anni passati il Premio è stato tributato, per citare gli ultimi vincitori, al Comitato per la Lotta alla fame (Italia – 2007), Wendell Berry (2008), Serge Latouche (2009), Don Luigi Ciotti (2010), Oscar Farinetti (2011), Andrea Segrè(2012), Mary Ann Esposito (2013), Enzo Bianchi (2014), Alberto Alessi (2015), Carlo Petrini(2016), Vittorio Citterio (2017), Josè Graziano da Silva (2018).

Ma vediamo ora che è Lidia Bastianich. Ospite televisiva pluri premiata, è anche autrice di best sellers di cucina, ristoratrice di successo e proprietaria di un fiorente business per il cibo e l’intrattenimento. Nata nel 1947 a Pola, in Croazia, già nel 1958 si trasferisce negli Stati Uniti con la sua famiglia. Qui sposa Felice Bastianich, da cui ha avuto due figli: Tanya e Joseph, meglio conosciuto al pubblico televisivo e culinario come Joe.

La sua passione per la cucina e per il cibo italo-americano arriva nel 1998 e la porterà a condurre programmi televisivi culinari e a scrivere diversi libri. In società con i figli, Lidia possiede oggi quattro acclamati ristoranti di New York – Felidia, Becco, Esca e Del Posto. Insieme a sua figlia Tanya, possiede anche i ristoranti Lidia’s a Pittsburgh e Lidia’s a Kansas City, così come Felidia. Lidia è anche partner dei ristoranti Eataly di New York, Chicago, Boston, Los Angeles, Las Vegas e San Paolo in Brasile. Insieme a Tanya e al cognato Corrado, ha sviluppato una linea di paste artigianali e salse naturali dal marchio “Lidia’s”, vendute nei più raffinati negozi di alimentari americani.

Non basta… Lidia fa parte inoltre di “Les Dames D’Escoffier” oltre ad essere membro fondatore de “Woman Chefs and Restaurateurs”, due organizzazioni non-profit di donne leader nell’industria del cibo e dell’ospitalità, oltre a collaborare con l’Associazione delle Nazioni Unite per il programma “Adopt a future” per supportare l’educazione dei rifugiati.

Tra i numerosi premi ed encomi che Lidia ha ottenuto nel corso della sua carriera, ci sono sette James Beard Awards (come Chef eccezionale, Show culinario televisivo, I migliori chef in America, Who’s Who of Food & Beverage in America, premio speciale del 2016, del 2017 e del 2018) e due Emmy Awards come ospite culinario eccezionale (Outstanding Culinary Host) nel 2013 e nel 2018. E’ stata ospite delle versioni statunitense e italiana del programma televisivo MasterChef e dal 2014 al 2015 ha rivestito i panni di giudice nel programma televisivo Junior MasterChef Italia assieme a Bruno Barbieri e Alessandro Borghese.

Numerosi i libri che ha pubblicato insieme alla figlia Tanya, come “Lidia’s Celebrate Like an Italian”, “Lidia’s Mastering the Art of Italian Cuisine”, “Lidia’s Commonsense Italian Cooking”, “Lidia’s Favorite Recipes”, “Lidia’s Italy in America”, “Lidia Cooks from the Heart of Italy”, and “Lidia’s Italy”, “Lidia’s Italy in America”. Di recente pubblicazione è il suo libro autobiografico intitolato “My American Dream: A Life of Love, Family, and Food” pubblicato nell’aprile 2018.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *