L’Ochina Bianca, tra Slow Food e Guide Michelin

MANTOVA “Un piccolo ristorante dal côté bistrot: due salette ed un piccolo privé – decorati con foto, quadri e ricordi di viaggio – accolgono una cucina di chiara ispirazione mantovana con qualche piatto di pesce. Il fritto di mare e verdure, tra le specialità della casa”. Questi i commenti degli ispettori della Guida MICHELIN.

Ochina-bianca-ingresso

L’Ochina Bianca, è un ristorante da appassionati di gastronomia e veri viaggiatori gourmet. E non lo dico perché inserito nella prestigiosa Guida (chi mi conosce, sa bene che non valuto mai in base a questo) ma proprio per la cucina che propone. Scelto per caso da un elenco infinito di ristoranti che mi si sono presentati sul mio cellulare alla richiesta “mangiare a Mantova”, la prima cosa che mi ha colpito è il fatto di essere aderente a Slow Food. “Bene, già mi piace” ho pensato. Sono andata sul sito e… mi sono innamorata dei piatti proposti. Scelta fatta! Si pranza a Mantova 😉

A due passi dal centro, L’Ochina Bianca si presenta subito come un locale accogliente e sobrio che ricorda vagamente un “bistrot parigino”. In tutto due salette ed un piccolo privé. Tutti gli ambienti sono caratterizzati da elementi rustici che fanno da contorno come piatti antichi alle pareti e un arredamento in stile anni ’50.

Il tavolo dove ho mangiato

Il tavolo dove ho mangiato

Ad accogliermi è stato direttamente il proprietario, il sig. Roberto: un vero padrone di casa d’altri tempi! Ha preso direttamente lui la comanda e, sentendo dalla parlata che non ero della zona, mi ha guidata nella scelta tra le specialità e bontà locali e non solo. Naturalmente sono voluta rimanere il più possibile sulla tradizione locale. Non ho quindi potuto non assaggiare i famigerati Tortelli di zucca dei Gonzaga al burro fuso e salvia (euro 12,00) che non hanno assolutamente deluso le mie aspettative. Davvero delicati. Per il secondo la scelta è andata sullo Stracotto d’asino al lambrusco con polenta (euro 12,00). Dire che si scioglieva in bocca è poco, credetemi. Speravo in un miracolo tipo la moltiplicazione dei pani e dei pesci ma… ahimè non è accaduto. Mi sono quindi rifatta con il dolce: una Torta soffice al cioccolato fondente con crema di zabaglione (euro 6,00). Tutti piatti difficili da dimenticare. Oltre che belli come presentazione, sono stati davvero buoni, che dico… buonissimi, e ho percepito chiaramente l’utilizzo di prodotti di qualità. Ad accompagnare il tutto, non poteva mancare un calice di Lambrusco mantovano.

Una nota dolente la vogliamo trovare? Non per cercare il pelo nell’uovo, ma solamente per essere obiettivi e sinceri, cosa a cui io tengo molto. Visto che amo consigliare ristoranti, vorrei anche che chi legge non pensi che io voglia “vendere” o pubblicizzare i vari locali. Assolutamente no. Semplicemente mi va di consigliare posti in cui mi sono trovata bene e che mi farebbe piacere che qualcun’altro li provasse.

Tornando a noi e alle “note dolenti”… Per le dimensioni del locale, a mio parere ci sono troppi tavoli, per cui si corre facilmente il rischio di trovarsi fin troppo gomito a gomito con i vicini. Ed è un peccato, perché si presta ad essere un locale estremamente romantico. E poi i servizi igienici: non sono particolarmente comodi e agevoli e risultano addirittura inadeguati per i disabili, in quanto per arrivarci si deve scendere una scala piuttosto erta.

Detto questo, che altro aggiungere? Il servizio è stato impeccabile per gentilezza e professionalità. Il pranzo ottimo. I prezzi non sono proprio economici, ma viste le materie prime utilizzate e la bontà dei piatti, ne è valsa davvero la pena. Una raccomandazione. A me è andata di fortuna, ma se decidete di mangiare all’Ochina Bianca, conviene prenotare!

L’Ochina Bianca
Via Giuseppe Finzi, 2
46100 Mantova – ITALIA
Telefono 0376.323700
Aperto venerdì, sabato e domenica a pranzo (12:30-14:30) e tutte le sere a cena (19:45-22:00)

Se siete a Mantova, non perdetevi la visita alla Torre dell’Orologio. Non rimarrete delusi 😉

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *