Fogli fossili… per non dimenticare

Pesaro (PU) – Non molto tempo fa sono stata a Pesaro per un piccolo lavoro. Arrivata all’angolo di Piazza del Popolo, la principale della città, proprio di fronte alla sede del Comune, il mio sguardo è stato attirato da fogli sparsi a terra e che “svolazzavano” sul marciapiede. Documenti, volantini, pagine di giornali, tutti alquanto ingialliti dal tempo. Il primo istinto è stato quello di piegarmi per raccoglierli, ma poi ho realizzato che questo non sarebbe stato possibile. Erano, anzi, sono incastonati nel marciapiede.

fogli-fossili-pesaro1

Si chiamano “Fogli Fossili“. Sono stati realizzati in ceramica e fanno parte di un progetto realizzato nel 2008 dagli studenti del Liceo Mengaroni di Pesaro, in collaborazione con insegnanti, la Dirigente Scolastica e le Amministrazioni locali. Si tratta di documenti che testimoniano storie di esclusione e di emarginazione, di vite spezzate, di famiglie sconvolte e di quotidianità annientate dalle disposizioni di legge dell’epoca fascista.

Il lavoro è stato davvero certosino. Sono partiti da un documento del 15 luglio 1938, un articolo meglio noto come il “Manifesto degli scienziati razzisti”, poi il giornale locale L’ORA e infine un documento inedito del 16 agosto dello stesso anno della Prefettura di Pesaro e Urbino, il “Censimento degli ebrei” sul territorio della Provincia. E ancora articoli di giornale, parti di provvedimenti “in difesa della razza”, divieti di celebrazione dei matrimoni da parte della Prefettura di Pesaro, prescrizioni per i campi di concentramento e per le località di internamento dalla questura di Pesaro al Comune di Macerata Feltria.

Poi mi sono ricordata che una iniziativa simile l’avevo già vista, proprio davanti all’Ateneo di Monaco di Baviera, in Germania, dedicato ai sei militanti della Weisse Rose, “la Rosa Bianca”, cinque universitari ventenni, fra cui una ragazza, e un loro insegnante, tutti di fede cristiana, accusati nel 1942 di aver diffuso volantini anti nazisti e per questo condannati dal tribunale alla decapitazione.

Note: “Fogli Fossili” ha vinto il concorso nazionale 2007/2008 I GIOVANI RICORDANO LA SHOAH, promosso dal Ministero della Pubblica Istruzione.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *